Home / Organizzare Matrimonio / Matrimonio già organizzato, cosa succede se salta

Matrimonio già organizzato, cosa succede se salta

Organizzare un matrimonio è un impegno molto oneroso, per questo sempre più di frequente gli sposi scelgono di affidarsi a delle wedding planner, delle aziende che organizzano tutto il matrimonio fin nei più piccoli dettagli, dal ristorante, alle bomboniere, alle decorazioni, insomma, proprio tutto quello che serve per organizzare una giornata che sia davvero indimenticabile. Delle volte però, purtroppo, la definizione indimenticabile è in accezione negativa. Infatti cosa succede se il matrimonio già organizzato salta? La risposta è dipende, dipende dal motivo per il quale salta e a chi le conseguenze arrecano un danno. Vediamo caso per caso.

Organizzare un matrimonio, cosa succede se salta

Partiamo dal presupposto che quando un matrimonio salta, che sia già organizzato o meno, non è mai un fatto piacevole, tuttavia, quando tutto è già stato organizzato si è anche tenuti a rispondere in solido del danno cagionato dalle mancate nozze. Il caso più frequente è quello in cui uno dei due promessi faccia marcia indietro, ovvero, decida di non sposarsi più. In questo caso si possono verificare varie possibilità. Mettiamo il caso che uno dei due promessi si  tiri indietro senza un motivo valido, semplicemente per una titubanza o perché magari non se la sente più di contrarre matrimonio.

Ebbene, in questo caso dovranno essere risarcite tutte le spese già sostenute inerenti l’eventuale viaggio di nozze, l’abito, l’organizzazione della cerimonia e del rinfresco, l’arredo della casa, ma anche eventuali spese di ristrutturazione della casa, insomma, tutto quello che può essere eventualmente documentato, incluso la sottoscrizione di un mutuo. Per quanto riguarda i regali ricevuti, invece, entrambi i promessi hanno diritto alla restituzione dei regali.

Se il matrimonio salta per colpa di una cattiva organizzazione, o per causa di qualcuno degli invitati, ci si può rivolgere a uno studio legale, come lo studio legale reale, che è in grado di valutare ogni singola vicenda e comprendere in quale misura, chi ha causato l’annullamento delle nozze, dovrà risarcire i promessi sposi.

Cattiva organizzazione, se è colpa del wedding planner

Un altro caso è quello del matrimonio saltato, o più spesso rovinato, per colpa della cattiva organizzazione da parte del wedding planner. Quando ci si affida a queste aziende lo si fa proprio perché non si vuole avere a che fare con tutta una serie di problemi e di impegni che possono risultare anche molto pesanti per i futuri sposi, soprattutto se questi lavorano entrambi. Il problema però è che molto spesso non solo ci si affida, ma si delega in tutto e per tutto il wedding planner, senza andare a controllare il lavoro che sta svolgendo.

Capitano così le brutte sorprese, dal banchetto scarso, alle decorazioni che non corrispondono a quanto era stato pattuito, alle quantità del buffet. Anche in questo caso si ha diritto al risarcimento, a patto però che si possa dimostrare quanto era stato richiesto, ecco perché è bene farsi mettere sempre tutto il preventivo per iscritto e fin nei dettagli.

Il ristorante ci da buca

Un altro fatto increscioso che si può verificare è che il ristorante sbagli sul giorno della prenotazione o che ci riservi meno posti di quelli richiesti, lasciando una parte degli invitati senza tavolo. Oltre al disagio, ovviamente, si può immaginare il caos che si viene a creare. Il ristorante è dunque tenuto a rispondere del danno, e anche in questo caso è sempre meglio mettere tutto nero su bianco, anche il menù.

Informazioni Silvia

Potrebbe interessarti anche

Organizzare un matrimonio inusuale, e perché no?

Con l’arrivo della bella stagione, soprattutto nel mese di maggio, fioriscono anche i matrimoni. Ma ...